News

Malattie croniche per 40% italiani, a 1 su 6 serve caregiver

23 marzo 2022 – Il 40% degli italiani adulti soffre di almeno una patologia cronica. Un paziente su sei ha difficoltà a svolgere in autonomia tutte le attività quotidiane e necessita di aiuto. Nel 56% dei casi questa assistenza arriva dai familiari, che svolgono quindi il ruolo di caregiver.

È quanto emerge da una ricerca condotta dall’Osservatorio Sanità di UniSalute in collaborazione con Nomisma. “Convivere con una patologia cronica può essere relativamente semplice, ma non sempre è così: alcune cronicità comportano una gestione quotidiana più o meno impegnativa, che in molti casi richiede l’assistenza di un’altra persona”, spiega UniSalute. La gestione della patologia è descritta come complessa o estremamente complessa nel 17% dei casi. Per il 66% l’assistenza avviene presso strutture sanitarie, mentre per il 26% interamente a domicilio. Quando non sono i familiari o il paziente stesso ad occuparsene, a farlo è in genere il personale del servizio sanitario pubblico (26%), di associazioni di volontariato (19%) o di strutture private (17%). In tutti i casi la maggioranza delle persone si dichiara soddisfatta dell’assistenza ricevuta, con una leggera prevalenza per le strutture pubbliche (65%). Tra gli strumenti che aiutano di più a gestire la malattia, al primo posto ci sono le visite mediche a domicilio, considerate utili dal 67% degli intervistati, seguite da altri servizi a domicilio, come l’assistenza infermieristica o la consegna di ricette e medicinali, entrambi al 62%. Cresce l’attenzione verso soluzioni alternative, come il telemonitoraggio, ritenuto utile dal 51% dei caregiver, con quasi il 24% che lo considera estremamente utile. Il 59% di chi non utilizza il telemonitoraggio che dichiara di non farlo perché non gli è mai stato consigliato o non sa come utilizzarlo.