News

Tumori: “Radioligandi disponibili solo in 30 centri in Italia fondamentali i team multidisciplinari, ma siano regolamentati”

In Italia solo circa 30 centri sono in grado di erogare la terapia con radioligandi, che rilascia radiazioni direttamente nelle cellule neoplastiche ovunque siano presenti, agendo quindi in modo altamente specifico e con estrema precisione. Questo approccio è già disponibile nel trattamento dei tumori neuroendocrini, dove ha dimostrato di migliorare la sopravvivenza e la qualità di vita dei pazienti. In un’ottica più ampia e indiretta, garantisce inoltre risparmi per il sistema sanitario, grazie alla riduzione dei tempi di ospedalizzazione, pari a uno, al massimo due giorni ogni sei/otto settimane per un totale di 4 cicli. Solo team multidisciplinari dedicati sono in grado di orientare questo tipo di cure, che vanno condotte in centri di medicina nucleare di riferimento. I passi avanti della ricerca stanno evidenziando il ruolo dei radioligandi anche in trattamenti terapeutici di neoplasie a maggior incidenza, come il carcinoma della prostata resistente ad altri trattamenti. Su queste premesse è urgente un potenziamento dei centri di Medicina Nucleare, perché dispongano di sufficiente personale formato ad hoc. Servono inoltre fondi per l’adeguamento delle infrastrutture ospedaliere, tenendo conto del numero elevato di potenziali pazienti che in breve tempo potrà giovarsi di queste terapie e del loro apporto concreto a patologie così diffuse. Deve essere inoltre ben regolamentato il funzionamento dei team multidisciplinari.
Per informare clinici, pazienti e Istituzioni, l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) ha realizzato il libro “Terapia con radioligandi 50 domande 50 risposte” sottoscritto anche dall’Associazione Italiana di Medicina Nucleare e Imaging Molecolare (AIMN), con il contributo non condizionante di Advanced Accelerator Applications, a Novartis Company. Il volume è presentato oggi al XXV Congresso Nazionale della società scientifica a Roma.
“La medicina di precisione sta aprendo una nuova frontiera, la teragnostica, in cui diagnosi e terapia utilizzano la stessa molecola, il cosiddetto ‘carrier’, cioè il ligando, in grado di legarsi specificamente e con elevata affinità soltanto alle cellule neoplastiche, portando con sé la particella radioattiva capace di emettere radiazioni terapeutiche – afferma Saverio Cinieri, Presidente Fondazione AIOM -. La terapia con radioligandi, che associa le nuove conoscenze sulla biologia del cancro all’utilizzo di particelle radioattive molto potenti in grado di distruggere le cellule neoplastiche ovunque si trovino, è l’evoluzione più significativa del concetto di teragnostica. Nessuna altra strategia è in grado di delineare con altrettanta accuratezza e predittività se, quanto e come si potrà colpire il target tumorale ancor prima di iniziare la terapia. La sempre più elevata personalizzazione dei trattamenti grazie a questo approccio può contribuire a un miglior uso delle risorse, con riduzione dei costi di ospedalizzazione, migliorando così la qualità e l’efficacia delle cure e il governo della spesa sanitaria”.
“La terapia con radioligandi, nei suoi molteplici aspetti di gestione come da normativa, necessita di un indispensabile adeguamento infrastrutturale, essenziale perché possa esserne garantita l’erogazione e perché questa strategia terapeutica diventi opportunità di cura accessibile in modo uniforme su tutto il territorio – spiega Maria Luisa De Rimini, Presidente AIMN -. Esistono ampi margini di miglioramento per ottimizzarne l’impiego, così da garantire equità di accesso su tutto il territorio nazionale a pazienti con corretta indicazione clinica. Superare la disomogeneità di distribuzione geografica, aumentando il numero di Strutture di Medicina Nucleare in grado di erogare questi trattamenti, consentirà di eliminare il fenomeno della migrazione sanitaria che spesso costringe pazienti e loro familiari a disagi da lunghi viaggi. Su questa evidenza AIMN, guardando al modello della Medicina di Precisione in Strutture di Medicina Nucleare in grado di espletare diagnosi e terapia mirata, auspica che nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale sia consentito di superare ogni criticità al fine di rendere idonea disponibilità a questi trattamenti terapeutici con radioligandi anche in patologie che coinvolgono un più ampio numero di pazienti”.
I team multidisciplinari sono una realtà da cui non si può prescindere nella cura del cancro e sono ampiamente presenti in oncologia. “Ancor più guardando all’arrivo di questa terapia, se ne impone una revisione che assicuri che nel team siano assicurate tutte le competenze, ivi compresa quella del Medico Nucleare così come raccomandato dal Piano Oncologico Nazionale 2022-2027, e perché sia definito un flusso nel percorso di cura ben chiaro, dalla diagnosi al follow up – continua la Presidente AIMN De Rimini -. Il valore aggiunto dei team multidisciplinari si è dimostrato con evidenza nel caso dei tumori rari, tipicamente nei neuroendocrini (NET), dove è più che mai necessario riunire competenze specifiche. Un team di specialisti dedicati ai NET, concentrati simultaneamente sul singolo caso clinico, rappresenta la premessa per la miglior impostazione diagnostica e terapeutica. Su queste basi, nel corso degli anni i centri di riferimento si sono dotati di team multidisciplinari dedicati a queste specifiche patologie, in cui compaiono medici nucleari, oncologi, endocrinologi, gastroenterologi, chirurghi, patologi, specialisti di fisica medica e radiologi”. “Questo modello di gestione – sottolinea Massimo Di Maio, Presidente eletto AIOM – è un requisito indispensabile per lo standard di qualità
assistenziale dei pazienti con NET, richiesto per la certificazione da parte della ‘European Neuroendocrine Tumors Society’ e promosso da ItaNET, che dal 2010 riunisce i medici appartenenti alle varie specialità che si occupano della gestione dei tumori neuroendocrini. Anche le più recenti Linee Guida AIOM-ItaNET evidenziano l’importanza della condivisione delle scelte terapeutiche e la necessità di inserire il paziente in un percorso integrato e dedicato, gestito da un team multidisciplinare. La terapia con radioligandi non può essere erogata da tutti gli ospedali, per questo è ancora più importante che i team multidisciplinari dei centri periferici siano messi in condizione di lavorare quanto più possibile a stretto contatto con l’expertise centrale delle strutture che sono in grado di prendere in carico i pazienti”.
“L’esperienza clinica di utilizzo dei radioligandi deriva proprio dal trattamento dei tumori neuroendocrini, che si presentano nella maggior parte dei casi in fase metastatica – sottolinea Marcello Tucci, Direttore dell’Oncologia dell’Ospedale Cardinal Massaia di Asti -. Sono a bassa incidenza, molto eterogenei e interessano cellule con caratteristiche endocrine e nervose presenti in numerosi organi come polmoni, bronchi, intestino, retto, appendice e pancreas. I più diffusi, localizzati nel tratto gastro-entero-pancreatico, fanno registrare ogni anno circa 2200 nuovi casi in Italia e richiedono un percorso diagnostico-terapeutico complesso”. “Partendo dall’esperienza dei NET – continua Marcello Tucci -, numerosi studi internazionali hanno valutato il potenziale dei radioligandi in fase diagnostica e terapeutica in diverse neoplasie, come il cancro della mammella, del pancreas, del polmone, della prostata, il melanoma, il linfoma e il mieloma multiplo. Grazie anche alla terapia con radioligandi, il tumore della prostata sta vivendo il suo ingresso in una nuova ‘era’ di terapie nel segno della medicina di precisione”.
“I cittadini tendono a confondere la terapia con radioligandi con la radioterapia ‘classica’, senza distinguerne le specificità, i meccanismi d’azione, i possibili rischi e benefici – conclude Saverio Cinieri -. I pazienti, e spesso anche alcuni clinici, nutrono un pregiudizio negativo nei confronti delle sostanze radioattive. Nonostante la Medicina Nucleare sia sicura e ben tollerata, tuttora la radioattività suscita paura e scarsa fiducia. Anche i medici di famiglia non sono sufficientemente formati e informati. Lo stesso vale per i rappresentanti delle Istituzioni, che necessitano di continui aggiornamenti sulle nuove strategie contro il cancro. Una formazione adeguata sui radioligandi, inoltre, è indispensabile per i professionisti più direttamente coinvolti nell’innovazione, come gli oncologi, i medici nucleari, gli specialisti in fisica medica e i radiofarmacisti”.

Video

Uniquely strategize progressive markets rather than frictionless manufactured products. Collaboratively engineer reliable.

Advertisement

Advertisement Small

Flickr

  • Induction
  • une pompe manuelle à bec de dauphin (XIXs.)
  • J.J.
  • Gardening
  • nota bene
  • Un soir d'hiver
  • Morning #
  • Morning
  • Out

About Author

Follow Me

Collaboratively harness market-driven processes whereas resource-leveling internal or "organic" sources. Competently formulate.

ThemeForest

Collaboratively harness market-driven processes whereas resource-leveling internal or "organic" sources. Competently formulate.

Calendar

Novembre 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

RSS Meks Blog

  • 10 Best Knowledge Base & Wiki WordPress Themes 2021 15 Settembre 2021
    Running a successful online business requires an exceptional WordPress knowledge base theme that organizes documentation and helps customers. Customization options, intuitive navigation, unique layouts, and fast responsiveness are just some of the features you need. The following 10 WordPress wiki themes represent the best options for 2021 and beyond. Explore the full range to determine […]
    Dusan Milovanovic
  • How to increase WordPress Memory Limit (quick fixes) 16 Giugno 2021
    Here is a post about how to increase the memory limit in WordPress. Allowed memory size exhausted error message showed up in your WordPress installation? No worries – this is one of the most common errors in WordPress. You can apply an easy fix by increasing the memory limit in your PHP. Table of Contents […]
    Dusan Milovanovic
  • How to use (and why) WordPress sitemap plugin 1 Marzo 2021
    Did you know that by knowing how to use the WordPress sitemap plugin you can significantly improve your site’s visibility and traffic? Although it isn’t mandatory to have a sitemap on your site, having one significantly improves the site’s quality, crawlability and indexing. All this is important for better optimization, which is why we wanted […]
    Ivana Cirkovic
  • 22 free and premium podcast software for your show [2021 edition] 18 Gennaio 2021
    You’re determined to start or improve your podcast but don’t know which podcast software to use to really make it stand out? We’ve got you! #podcasting Top 22 free and premium podcast software for your show #WordPressTips #podcasting The post 22 free and premium podcast software for your show [2021 edition] appeared first on Meks.
    Ivana Cirkovic
  • Digital storytelling with WordPress – an all-in-one guide to make your web stories pop! 23 Novembre 2020
    Wondering how to improve digital storytelling with WordPress and build more awareness and exposure of your business? Let our guide lead the way. The post Digital storytelling with WordPress – an all-in-one guide to make your web stories pop! appeared first on Meks.
    Ivana Cirkovic
  • How to use WordPress autoposting plugin to improve your visibility and SEO? 10 Settembre 2020
    Did you know you can use the WordPress autoposting plugin for your content efforts and improve not only your time management but your business and visibility as well? The post How to use WordPress autoposting plugin to improve your visibility and SEO? appeared first on Meks.
    Ivana Cirkovic
  • How to create a personal branding site? Step-by-step DIY guide 15 Agosto 2020
    Looking for ways and means to create a personal branding site? Well, look no further ’cause we’re giving away all the how-to’s to do it yourselves! The post How to create a personal branding site? Step-by-step DIY guide appeared first on Meks.
    Ivana Cirkovic
  • Top 15 WordPress content plugins and tools to improve your visibility and rankings 16 Luglio 2020
    Let’s take a look at some of the must-have WordPress content plugins and tools to use to improve both your UX and rankings. The post Top 15 WordPress content plugins and tools to improve your visibility and rankings appeared first on Meks.
    Ivana Cirkovic
  • WCEU 2020 recap – key takeaways from the biggest online WordPress conference 9 Giugno 2020
    Missed WCEU 2020 and all the exciting stuff from there? Here are all the key takeaways and main points to remember so, take notes! The post WCEU 2020 recap – key takeaways from the biggest online WordPress conference appeared first on Meks.
    Ivana Cirkovic
  • How to change the WordPress username? An easy step-by-step guide 14 Maggio 2020
    Wondering how can you change WordPress username once you set up your blog or site? Read all about it in our helpful guide! The post How to change the WordPress username? An easy step-by-step guide appeared first on Meks.
    Ivana Cirkovic

Text

Distinctively utilize long-term high-impact total linkage whereas high-payoff experiences. Appropriately communicate 24/365.