News

OMS: “Gran parte popolazione mondiale non accede ai farmaci essenziali”

Roma, 20 novembre 2018
La gran parte della popolazione mondiale, soprattutto quella più povera, non ha accesso ai farmaci innovativi. Per esempio non sono disponibili quelli efficaci contro il cancro. Lo afferma il rapporto della Access to Medicine Foundation. Il documento ha valutato sette diversi aspetti delle politiche aziendali delle 20 principali multinazionali farmaceutiche, dalla donazione di terapie all’esistenza per alcuni paesi di programmi per l’accesso facilitato alla ricerca in corso su nuove molecole. Dei 53 farmaci indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come essenziali solo 37 hanno almeno un programma per l’accesso, spiegano gli autori, e il gap è ancora maggiore se si guarda alle molecole appena uscite sul mercato. Pur avendo il 65% dei malati di tumore, ad esempio, i paesi in via di sviluppo hanno una speranza di vedere nei prossimi anni solo il 5% delle nuove terapie antitumorali. Va meglio per i farmaci delle malattie infettive che nel momento in cui escono dalla fase di ricerca e sviluppo hanno ‘allegato’ un programma per l’accesso nel 54% dei casi. “Tutti i gap sono ancora da coprire – spiega Jayasree Iyer, direttore esecutivo della Fondazione -. E’ fondamentale che le industrie farmaceutiche facciano in modo che le loro innovazioni non lascino indietro i più poveri”.